Original
blog

L’importanza di giocare nel verde

cover
September 26, 2017

Molti Nonni e Nonne, ma anche mamme e papà, lo ricordano bene: quando erano bambini, i giochi più belli si facevano nel giardino sotto casa, in un parco o in cortile.

Oggi le cose sono cambiate: la struttura urbanistica delle nostre città, il traffico, l’architettura dei nuovi quartieri, l’inquinamento e la paura di eventuali pericoli fanno sì che i bambini spesso trascorrano il loro tempo libero tra le mura di casa. Per i più piccoli, però, giocare all’aperto non è solo un modo per passare il tempo: è una tappa fondamentale per il loro sviluppo psicologico ed emotivo, per esplorare il mondo, per sperimentare i primi spazi di indipendenza.

Inoltre, l’ambiente naturale è stimolante, vario, ricco di mille forme di vita – alberi, animali, piante – che invitano a scoprire, sognare e riflettere. Tutto questo è un tesoro da non perdere, che dobbiamo regalare ai nostri bambini, come un tempo è stato regalato a noi.

Probabilmente ricordiamo bene la sensazione di libertà e la profonda felicità di quando da piccoli giocavamo all’aperto: perché non raccontarla e farla rivivere ai nostri bambini grazie a giochi nel verde da fare insieme?
Ecco qualche proposta divertente!

Disegni di cortecce

Le cortecce degli alberi sono un po’ come le impronte digitali: ognuna è diversa dall’altra, e se le osserviamo da vicino scopriremo disegni stupefacenti! Perché non portare a casa con noi un po’ di questa bellezza?

Bastano un foglio e una matita con la punta morbida. Passeggiando nel verde con i nostri nipoti, chiediamogli di scegliere il “loro” albero, quello che li colpisce di più. Invitiamoli a guardarlo da vicino, accarezzarlo, scoprirne i solchi e le forme. Poi appoggiamo il foglio all’albero e teniamolo fermo, invitando i bambini a strofinare la matita sul foglio. Avranno così una bellissima copia della corteccia da portare a casa, e magari da incorniciare! 

cortecce 

Il nostro erbario

Quello delle foglie è un mondo meraviglioso: mille forme, grandezze e colori, in particolare d’autunno. Approfittiamo di un paio d’ore all’aperto per raccoglierle con i nostri nipoti: dovranno essere intere, e il più possibile diverse. Una volta arrivati a casa, mettiamole a seccare tra le pagine di un libro, protette da fogli di carta da cucina. Dopo qualche giorno saranno pronte da incollare su un quaderno, dove potremo segnare la data della raccolta. Avremo così un erbario che crescerà con i nostri bambini: un bellissimo ricordo di tutte le passeggiate fatte insieme!

foglie 

Palla nel secchio!

Dopo la pallacanestro e la pallavolo, è il momento della… pallasecchio! Prendiamo un secchio di plastica o metallo e qualche pallina, e cerchiamo un posto all’aperto: inizia la sfida! Si tira da pochi metri di distanza, con il secchio in piedi o, se preferiamo, appoggiato su un fianco (e lanciando la palla come una boccia). Vince chi fa più centri nel tempo stabilito!

secchio 

Questi e molti altri giochi, (in tutto sono 50!) potrai trovare nel libro realizzato da Original Marines in collaborazione con Giunti Editore “Guida per Nonni davvero Original”. Tante attività da fare insieme: in casa o all’aperto, con le carte o con i bottoni, con la pasta di sale o con gli stuzzicadenti… Scopri come riceverlo sul sito della nostra iniziativa #NonniOriginal e festeggia anche tu la Festa dei Nonni con noi!